Pagine

martedì 31 dicembre 2013

'Mbriulata Siciliana

Questa ricetta l'avevo in programma per una cena con mia sorella. Purtroppo mi sono organizzata un po' troppo tardi e lei si potrà gustare solo la foto!!!
A mangiare questa prelibatezza saranno, invece, i miei cugini con i quali aspetterò il nuovo anno!
Proposito semiserio per il 2014: frequentare il blog con una cadenza più regolare!!!




Ingredienti

per la pasta
500 g di semola di grano duro
300 ml circa di acqua
12 g di sale
30 g di olio evo
8 g di sale

per il ripieno
800 g di pasta di salsiccia
3 cipolle
300 g di olive nere denocciolate
200 ml di vino bianco
sale
olio evo


Preparare la pasta.
Disporre la farina a fontana, al centro mettere l'acqua tiepida e sciogliere il lievito. Unire l'olio e impastare un poco. Aggiungere il sale. Lavorare l'impasto battendolo con forza.
Lasciare lievitare fino al raddoppio e dedicarsi al ripieno:
affettare finemente le cipolle e metterle in una padella con olio e sale. Farle stufare dolcemente.
In una seconda padella far cuocere la salsiccia, quando sarà cotta sfumarla con il vino.

Quando la pasta sarà pronta suddividerla in due o più parti in base a quanto si vorranno grandi le singole 'mbriulate.
Stendere l'impasto sottilissimo cercando di ottenere un rettangolo, spennellarlo con olio e distribuire lungo il lato più lungo cipolla stufata, salsiccia e olive.
Arrotolare.
Avvolgere a spirale.
Spennellare ancora con olio e infornare a 180° per 40'.
Una volta cotte lasciare riposare per una decina di minuti e godersele!!!





martedì 24 dicembre 2013

Insalata di baccalà in agrodolce

Come ogni vigilia di Natale che si rispetti, a tavola deve essere presente un bel vassoio di baccalà fritto.
E allora che baccalà sia! Ma non sia mai che lo frigga nella mia cucina.
Per evitare il suo pestilenziale odore che appesta tutta la casa ho deciso di cucinarlo in maniera tale da limitare al massimo questo inconveniente.







Ingredienti:

1 kg di baccalà già ammollato
10 olive verdi in salamoia
4\5 foglie di salvia
2 cucchiai di aceto
1 bicchierino di vino bianco
2 cucchiai di zucchero
3 spicchi di aglio
pepe
olio

Sbollentare il baccalà. Lasciarlo raffreddare e spinarlo. Saltarlo in padella.
In un altro tegame mettere il vino, aglio, zucchero, salvia e aceto. Portare a bollore, unire il baccalà e le olive e lasciare sfumare per 5 minuti. Gustare tiepido o freddo.

sabato 12 ottobre 2013

Auguri Enrico!

Una torta facile realizzata grazie alla mia piccola artista che dopo aver fatto un bel disegno ha ottenuto la cialda per la torta del fratellino!




Ingredienti
1 pan di spagna
1 l di crema al cioccolato
1 l di succo d'arancia
1/2 l di panna montata
1 cialda per torte
100 g di codette di waffel




Per la torta di compleanno vado sempre sul sicuro riproponendo una ricetta collaudata:
  • il pan di spagna é da 8 uova cotto in una teglia da 12 porzioni;
  • la crema al cioccolato non é la pasticcera: ho usato 4 uova intere;
  • per la bagna succo d'arancia 100%;
  • per la copertura é sufficiente 1/2 litro di panna.

giovedì 10 ottobre 2013

Involtini con zucca e cicoria

Ho seguito questa ricetta in tv.
Mentre lo chef Daniele Persegani spadellava io mi sentivo già inebriata dai profumi che, immaginavo, dovessero sprigionarsi in quella cucina e pregustavo quei contrasti di sapori così magistralmente accostati. Tra gli ingredienti i miei preferiti, così ho comprato tutto ciò che mi mancava e, l'altra sera, mi sono preparata questo manicaretto solo per me: il resto della famiglia era intrattenuto a cena fuori, la dolce metà con alcuni colleghi e i bambini una con le amichette l'altro dai nonni. Mentre fotografavo velocemente il piatto per potermelo gustare almeno tiepido, rincasa la mia piccola buongustaia e come prevedibile, ci spazzoliamo il piatto insieme.
La prossima volta porzione doppia!!!



Ingredienti per 4 persone
400 g di cicoria selvatica
400 g di zucca
16 fettine di vitello sottilissime
40 g di parmigiano grattugiato
35 g di mandorle a filetti
farina
rosmarino
3 spicchi di aglio
olio evo, 1 nocina di burro
sale e pepe bianco
peperoncino in polvere


Cuocere la zucca e ridurla in purea.
Scottare la cicoria.
stendere le fettine di vitello, salare e pepare, coprire con uno strato di purea di zucca (che non va né salata né pepata), cospargere con abbondante parmigiano. Arrotolare la carne, fermare con uno stecchino e infarinare.
Scaldare un po' di burro in padella e farvi tostare le mandorle, salare e pepare.
In una padella soffriggere 1 spicchio d'aglio e il rosmarino con sale e pepe e aggiungere gli involtini. Lasciare rosolare. Se il rosmarino dovesse bruciare toglierlo.
In una seconda padella rosolare gli altri 2 spicchi d'aglio, far saltare la cicoria condita con il sale e  un pizzico di peperoncino.
In una terza padella, tostare le mandorle con una nocina di burro, salare e pepare.
Impiattare: adagiare sul piatto dei mucchietti di cicoria, sopra sistemare gli involtini liberati dallo stecchino e tagliati a metà e decorare con i filetti di mandorle tostate.
Favolosi!!!



martedì 8 ottobre 2013

Torta lampo al cacao

Non sono alla costante ricerca di ricette che non contengano particolari ingredienti, ma quando non si vuole rinunciare al quotidiano dolcetto se si possono risparmiare grassi e calorie è meglio!
La ricetta l'ho trovata qui come vegana.
La mia versione, che prevede l'utilizzo di latte vaccino, lievito e ingredienti comuni, diventa una migliore rielaborazione, in termini di gusto e calorie, di un'altra torta al cioccolato postata tempo fa.
L'ho ribattezzata "lampo" perché a farla ci vuole un baleno: non si monta nulla, in forno 20' esatti ed è ottima anche calda!


Torta lampo al cacao


Ingredienti
210 di farina 00
40 g di cacao amaro
160 g di zucchero
260 g di latte
1 bustina di lievito per dolci

Setacciare la farina e il cacao in una ciotola e mescolare.
Scaldare il latte, sciogliervi lo zucchero e versarlo nella ciotola con la farina. Mescolare bene per non avere grumi, unire il lievito setacciato.
Versare l'impasto in una tortiera da 24 cm di diametro coperto con carta forno ed infornare in forno ventilato già caldo a 180' per 20'.
Quando la torta si sarà raffreddata coprirla con pellicola per alimenti e riporla sotto la campana di una tortiera: il giorno successivo è ancora più morbida!!!

venerdì 4 ottobre 2013

Straccetti di pollo al limone

Quando capita che la voglia e/o il tempo di mettersi ai fornelli siano quasi nulli, conviene ricorrere a qualche ricetta veloce, semplice, allegra, profumata e stuzzicante come questa!!!
Buon appetito!






Ingredienti
500 g di petto di pollo
4 limoni
2 spicchi d'aglio
1 rametto di rosmarino
farina
olio evo
Sale e peperoncino

Ridurre il pollo in striscioline, infarinarlo e passarlo in una padella dove avremo fatto sfrigolare nell'olio l'aglio e il rosmarino. Dorare il pollo, irrorare con il succo di limone, saltare qualche altro minuto. Insaporire con il peperoncino, il sale e una grattatina si scorza di limone. Impiattare e servire.

martedì 1 ottobre 2013

Frittata di zucca

Con la prima zucca di questo autunno mi preparo a realizzare le innumerevoli ricette accumulate. In attesa di riordinare gli appunti gustiamoci una semplice e deliziosa frittata!




Ingredienti
400 g di zucca a fette
1 cipolla
3 uova
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di scamorza ragusana
Sale
menta fresca
Olio evo


Friggere le fette di zucca. 
Tritare la cipolla e farla appassire in padella. In una ciotola sbattere le uova con il parmigiano grattugiato, salare con moderazione, unire la scamorza ridotta in dadolata e le foglioline di menta spezzettate con le mani.
Nella padella con la cipolla aggiungere la zucca e versare sopra il composto con le uova.
Far cuocere da entrambe le parti e servire subito.

lunedì 30 settembre 2013

Burger con cuore filante al pistacchio di Bronte


Con un tocco di pistacchio di Bronte anche un "noioso" burger di carne tritata acquista un sapore unico e decisamente invitante!






 Ingredienti per 4 burger
500 g di carne di vitello tritata
100 g di pistacchio di Bronte tritato
sale e pepe bianco q.b.
provola ragusana (o altro tipo a piacere)
olio evo

Lavorare la carne tritata con 50 g pistacchio finchè questo si distribuisce bene nel trito. Regolare di sale e pepe.
Formare 8 pallottoline, prenderne 2 per volta, schiacciarle un po' e imbottirle con la provola e un cucchiaino di pistacchio. Chiudere bene ai bordi per non far fuoriuscire il formaggio durante la cottura.
Cuocere su una bistecchiera e servire con un filo d'olio extra vergine di oliva e una ulteriore spolverarta di pistacchio di Bronte tritato.





sabato 28 settembre 2013

Risotto al pistacchio di Bronte

Il pistacchio nella mia cucina non manca mai, i giorni della sagra poi, ne ho voglia più del solito.
A casa abbiamo dato il nostro personalissimo via a questo evento con un delizioso risotto!




Ingredienti per 4 persone
300 g di riso carnaroli
1 cipolla
80 g di pistacchi di Bronte pelati *
60 g di pesto al pistacchio di Bronte**
1,5 l di brodo vegetale
100 ml di vino bianco
Olio evo
4 cucchiai di parmigiano grattugiato (a piacere)

Tritare la cipolla e farla dorare in un tegame con un po' d'olio (da buona siciliana non userò mai il burro!!!). Aggiungere il riso e i pistacchi di Bronte pelati e tostare. Sfumare con il vino bianco. Procedere con la cottura aggiungendo mestolate di brodo via via che, una alla volta, vengano assorbite dal riso. A cottura ultimata aggiungere il pesto e amalgamare. Se piace, unire anche il parmigiano grattugiato e servire.



*se non li trovate in vendita già pelati armatevi di pazienza e fatelo voi: immergete per 1' i pistacchi in acqua bollente, scolateli e privateli della pellicina. Questa operazione è necessaria altrimenti la pellicina si staccherà comunque durante la cottura,  ma poi, oltre ad essere molto più impegnativo eliminarla, considerate che sotto i denti non risulterà molto gradevole.


** se si vuole preparare a casa basta unire 30 g di pistacchi di Bronte tritati finemente con un pizzico di sale, una spolverata di pepe bianco e 30 g di olio evo.





giovedì 26 settembre 2013

Caserecce con spada e melanzane

Queste belle giornate settembrine mi hanno messo la voglia di preparare un bel piatto estivo...






Ingredienti per 4 persone
320 g di caserecce
500 g di melanzane ( 1 grossa)
250 g di pesce spada
8/10 pomodori piccadilly
1 spicchio di aglio
Olio sale
Menta fresca (o basilico)


Friggere le melanzane tagliate a tocchetti.
Rosolare l'aglio, toglierlo dall'olio e saltare lo spada tagliato a tocchetti insieme ai pomodori tagliati a metà e privati dei semi. Aggiungere la menta (o il basilico) spezzettata con le mani, salare e unire la melanzane.
Cuocere la pasta, scolarla al dente e saltare in padella.
Aggiungere qualche altra fogliolina di menta (o basilico).

venerdì 19 luglio 2013

Fiori di zucca ripieni

Buonissimi!
Dagli ingredienti più semplici si ottengono sapori eccezionali!
Pur essendo golosissima di fiori di zucca li ho cucinati oggi per la prima volta: il risultato è stato eccellente, ne ho preparati solo otto... e dopo aver scattato la foto sono spariti!!!




Ingredienti
8/10 fiori di zucca
1 uovo
2 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
latte q.b.
8/10 pezzetti di acciuga (2 intere)
olio evo

Pulire i fiori: togliere le 5 punte del calice e il gambo. Contrariamente a quello che credevo, e seguendo il consiglio del venditore, non ho tolto il pistillo.
Lavarli velocemente e con delicatezza. Lasciarli sgocciolare un po'.
Preparare la farcia con il resto degli ingredienti: mescolarli in una sorta di frittata piuttosto consistente. Con un cucchiaino riempire i singoli fiori e inserire al centro un pezzetto di acciuga.
Disporre i fiori su una teglia coperta con carta forno. Irrorare con l'olio ed infornare a 200° per circa 12/15'.

martedì 16 luglio 2013

Crostata crumble di ciliegie

Ultimamente mi piace l'idea di utilizzare negli impasti farine diverse. Ho, infatti , la dispensa piena di farine di riso, mais sia bramata che fioretto, farro, kamut... senza considerare l'assortimento base di manitoba, 0, 00 e semole macinate a pietra.
Adesso è quindi giunto il momento di sperimentare.
Iniziamo con il dolce!!!
Ho seguito una ricetta dello chef Sergio Maria Teutonico che proponeva l'utilizzo di un impasto con farina di mais come crumble su un clafoutis di ciliegie. Non amando il clafoutis ho scelto di realizzare con l'impasto proposto una crostata; come farcia ho confermato la scelta delle ciliegie perché le adoro semplicemente e ho concluso anche io con delle belle briciole di frolla.
Il risultato è ottimo.


Ingredienti
300 g di farina 00
50 g di farina di mais bramata
50 g di farina di mandorle o nocciole
150 g di burro a temperatura ambiente
150 g di zucchero
1 uovo oppure 60 g di acqua fredda
1 cucchiaino di lievito
500 g di ciliegie denocciolate

Mescolare le farine di mais e di mandorle (o nocciole), aggiungere il burro e lavorare un po'. Aggiungere la farina 00, il lievito e continuare a lavorare con le mani, unire l'uovo (o l'acqua) e mescolare fino a che le farine risultino bagnate: si deve ottenere un composto sbriciolato.


Con il Bimby
Inserire nel boccale tutti gli ingredienti, fatta eccezione per le ciliegie: 20' vel. 5.


Lasciare riposare.
Dopo circa 30' riprendere l'impasto e distribuirne 2/3 su una teglia foderata con carta forno, compattare  con le mani e bucherellare la superficie. Infornare a 180° per 15/20'.
Sfornare il guscio, riempirlo con le ciliegie denocciolate e ricoprire con il restando impasto ridotto in grosse briciole. Infornare nuovamente a 180° fino a doratura, altri 15/20' circa.


mercoledì 10 luglio 2013

Insalata di cous cous vegetariana

La prima occasione per cimentarmi con il cous cous si è presentata qualche domenica fa, quando siamo stati invitati alla conclusione del campo scout estivo.
I genitori possono "scoprire", in queste occasioni, dove hanno vissuto i loro figli in quei giorni in cui non era possibile alcun contatto con loro, ci si riabbraccia con non poca emozione e ci si presenta con prelibati manicaretti preparati per l'evento: devono essere pietanze che possano incontrare il gusto, in primis del proprio pargolo ovviamente, ma possibilmente quello dei più; che, per forza di cose, devono essere preparate in anticipo; che restino gustose anche da fredde; che non abbiano necessità del frigo; che siano semplici da porzionare... insomma, vivande da picnic ma, per la mia soddisfazione, che non sia qualcosa di troppo scontato!!!
L'obiettivo è stato raggiunto: la mia piccola, e non solo lei, si è leccata i baffi !!!



Ingredienti
500 g di cous cous
300 g di fagiolini
500 g di zucchine (2 medie)
1 grossa melanzana
1 grosso pomodoro cuor di bue
2 peperoni rossi
250 g di olive bianche in salamoia
basilico a piacere
sale e olio evo

Per prima cosa si preparano i vari ortaggi: ho lessato i fagiolini dopo averli spuntati, lavati e tagliati a pezzetti. Ho arrostito in forno i peperoni, 30' a 230°, dopo averli fatti raffreddare li ho spellati. Ho fritto le zucchine e la melanzane dopo averle sbucciate e tagliate a tocchetti. Ho lavato e tagliato a cubetti il pomodoro privato dei semi.
Ho preparato il cous cous secondo quanto riportato sulla confezione, quindi ho unito tutti gli ingredienti mescolato, regolato di sale e condito con olio evo.


mercoledì 12 giugno 2013

Cannolo al bicchiere

In occasione della conclusione del progetto "Vivere sani" avviato dalla scuola elementare frequentata dai miei figli, noi mamme siamo state invitate a preparare un piatto a tema. La classe di mia figlia partecipava con i cannoli alla ricotta per la categoria "latte e derivati".
Io ho voluto un po' fare di testa mia destrutturando il cannolo ma utilizzando tutti gli ingredienti previsti per la realizzazione: la ricotta, il cioccolato, la cialda (che ho fatto da me e non ho fritto!) e l'immancabile ciliegina!
Devo ammettere che i bicchierini erano davvero invitanti!!!



Ingredienti per il biscotto (30 pezzi)
120 g di semola
20 g di burro
40 g di malvasia o altro vino liquoroso
20 g di zucchero
1/2 cucchiaino di cacao amaro
1 cucchiaino di aceto di mele
1 pizzico di cannella
olio evo
cioccolato fondente per la copertura

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby e impastare: 30'' vel 6. Lasciare riposare l'impasto a temperatura ambiente avvolto nella pellicola e, nel frattempo, preparare la crema a base di ricotta.


Ingredienti per la crema di ricotta (per 30 bicchierini da 40 ml)
1 kg di ricotta freschissima fatta sgocciolare per 2 giorni
250 g di zucchero (qui si va a piacere)
100 g di gocce di fondente
ciliegie candite per la decorazione

Pochi secondi vel 5: guardare dal foro e spegnere non appena la ricotta diventa liscia e scompaiono i grumi. Poi aggiungere le gocce e amalgamarle con la spatola. Distribuire la crema nei bicchierini e riporli in frigo.
Riprendere l'impasto del biscotto. Stenderlo in una sfoglia sottile, con una rotella ricavare delle strisce (per la grandezza regolarsi in base al bicchierino perchè il biscotto, in sostanza, è un cucchiaino da mangiare insieme alla crema), spennellare con l'olio e infornare per 8/10' a 180°.
Fondere a bagnomaria il cioccolato fondente.
Sfornare i biscotti, lasciarli raffreddare e ricoprirli con il cioccolato fuso lasciando lo spazio necessario per la presa!
Immergere le cialdine nella crema di ricotta e decorare con una ciliegina candita.

giovedì 30 maggio 2013

Tortino vegetariano

Ottima combinazione di ortaggi per avere un piatto gustosissimo e sano, e finchè non rivelerete gli ingredienti anche i bambini vi chiederanno il bis!
La nota della cipolla fritta è divina!!!






Ingredienti
350 g di patate
150 g di carote
300 g di verdure (zucchine, fagiolini, taccole... )
3 uova
100 g di ricotta
100 g di pangrattato
80 g di parmigiano grattugiato
prezzemolo
30 g di olio evo
sale
1 cipollotto

Tritare finemente il cipollotto e farlo soffriggere, aggiungere le patate e le carote tagliate a pezzettoni, lasciare saltare per 5', unire il resto delle verdure e far cuocere altri 10'.
Nel frattempo, in una ciotola, amalgamare le uova con la ricotta, il pangrattato, il prezzemolo e il parmigiano. Con una forchetta schiacciare grossolanamente le verdure e unire il composto con le uova. Regolare di sale e versare il tutto in una teglia unta, livellare la superficie, cospargere con pangrattato, versare un filo d'olio e infornare a 180° per 40'.

martedì 28 maggio 2013

Risotto con zucchine e menta


Voglia di risotto.
Soddisfatta con un bel paio di zucchine e un ciuffo di menta che rende il piatto freschissimo!





Ingredienti
300 g di riso (io ho usato il carnaroli)
350 g di zucchine
1 ciuffo di menta
1 cipollotto
brodo vegetale bollente
olio evo
parmigiano reggiano grattugiato
sale e pepe


Tagliare il cipollotto finemente e farlo appassire in una casseruola con un filo d'olio. Tagliare le zucchine a rondelle sottili e, nella stessa casseruola, farle saltare qualche minuto. Unire il riso e tostare 2/3'. Aggiungere il brodo a mestolate e portare il riso a cottura. Profumare con il pepe. Un minuto prima che il riso sia pronto aggiungere la menta lavata asciugata e sminuzzata. Impiattare e servire con del parmigiano grattugiato.

martedì 14 maggio 2013

Torta salata al basilico con zucchine

Le torte salate sono sempre belle da vedere e buone da gustare. Ci si può sbizzarrire col ripieno e non si sbaglia mai! Prova ne è questa torta: la ricetta proviene dal ricettario Bimby "Verdure e delizie di stagione", ma pur non rispettando esattamente gli ingredienti indicati il risultato è stato ottimo!

Per esigenze familiari, la torta ha due gusti: la parte più scura è arricchita da grana padano, l'altra ne è priva:





Ingredienti

per la pasta al vino
300 g di farina
20 g di basilico* 
100 ml di vino bianco
70 ml di olio evo
1 cucchiaino di sale

per la farcitura
1 cipollotto
20 g di olio evo
1 spicchio di aglio
600 g di zucchine
250 g di philadelphia**
3 uova
40 g di grana padano grattugiato***

Privare le zucchine pulite della parte interna, che è molto acquosa, e tagliarle a bastoncini.
In una padella versare l'olio e aggiungere l'aglio intero e il cipollotto tritato fine, lasciare sfrigolare qualche minuto ed unire le zucchine, brasare per 5'.
Lavare il basilico, asciugarlo e tritarlo nel boccale del Bimby insieme alla farina: 10'' vel 5. Così facendo la farina assorbe quell'umidità che rimane sulle foglioline di basilico appena lavate che, con il canovaccio, non si riesce mai ad eliminare del tutto; umidità che non consente di tritare il basilico finemente. Versare l'olio, il vino ed il sale ed impastare per 1' vel spiga.
Se non si possiede il Bimby basta lavorare a mano la farina con il sale ed i liquidi fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.
Frullare le uova con il philadelphia ed il grana.
Stendere l'impasto in una tortiera da quiche, versare la crema di uova e formaggi quindi ricoprire con le zucchine e spolverare con altro grana grattugiato.
Infornare a 180° per 45/50'.


*io ho usato un misto di basilico secco e di basilico fresco sia verde che nero;
**il philadelphia si può sostituire con ricotta fresca, come previsto dalla ricetta originale;
***raddoppiare la dose se tutta la torta sarà al formaggio.





domenica 12 maggio 2013

Ciambellone all'acqua variegato al cacao

Oggi, per la festa della mamma, ho ricevuto una dolcissima sorpresa: mia figlia ha preparato un dolce per me! Evidentemente attratta dai miei esperimenti in cucina ha voluto emularmi e la sua prima esperienza in solitaria è stata la preparazione di un dolce.
I suoi progetti erano un po' più ambiziosi ma come prima prova le ho suggerito questa infallibile ricetta che, come lo fu per me, è stato il suo primo successo!



Ingredienti
250 g di farina 00
250 g di zucchero
3 uova
125 ml di acqua
125 ml di olio di semi
1 cucchiaino di essenza di vaniglia
1 bustina di lievito
30 g di cacao amaro
latte q.b.

Montare uova e zucchero, amalgamare cucchiaiate di farina alternandole all'olio e all'acqua. Incorporare l'essenza di vaniglia ed il lievito. Versare i 2/3 dell'impasto in una tortiera a ciambella imburrata. Incorporare nell'impasto rimasto il cacao, ammorbidire con qualche goccia di latte e versarlo sull'impasto bianco. Dare una giratina con una spatola ed infornare per 35/40' a 180°. Affidarsi comunque alla prova stecchino.



l'immancabile azalea



giovedì 9 maggio 2013

Risotto Primavera

Passando dall'ortolano, in questo periodo, è facile lasciarsi andare nell'acquisto di una gran varietà di ortaggi da trasformare in piatti profumati e colorati... come questo gustosissimo risotto!





Ingredienti per 4 persone
250 g di riso (io ho usato il vialone nano)
200 g di fave fresche, già prive di tegumento
200 g di piselli freschi, già sgranati
200 g di carote tagliate a cubettini
1 cipollotto
brodo vegetale q.b.
olio evo
sale
1 nocina di burro
parmigiano grattugiato a piacere

Soffriggere il cipollotto tagliato fine nell'olio, tostare il riso, bagnarlo con il brodo ed aggiungere le fave e le carote. Continuare a bagnare con mestolate di brodo non appena il riso inizia ad asciugarsi.
Dopo 5' di cottura aggiungere i piselli. Mantecare con la nocina di burro e con il parmigiano.



mercoledì 1 maggio 2013

Polpette in agrodolce

Le polpette sono sempre un'ottima soluzione per un picnic domenicale: piacciono sempre a tutti, non c'è bisogno del coltello e in questa versione arricchita dal sapore stuzzicante dell'agrodolce sono ottime anche fredde!







Ingredienti
1 kg di carne di manzo tritata
400 g di carote
 600 g patate
3 uova
100 g di pane raffermo grattugiato
latte q.b.
sale, pepe
foglioline di menta fresca

per l'agrodolce
1 cipollotto
3 carote
1 cuore di sedano
150 ml di aceto
3 cucchiai di zucchero

Cuocere le patate e le carote al vapore, passarle con lo schiacciapatate e mettere da parte. 
In una ciotola porre il pangrattato e bagnarlo con il latte, amalgamare la carne, le uova, le patate e carote; regolare di sale e pepe. Aggiungere le foglioline di menta fresca sminuzzate a mano e amalgamare bene all'impasto. Procedere con la frittura delle polpette.
In una padella pulita preparare un soffritto con il cipollotto tritato fine, le carote grattugiate grosse e il sedano tagliuzzato. Unire le polpette, fare insaporire qualche minuto e versare lo zucchero già sciolto nell'aceto. Lasciare evaporare l'aceto e togliere dal fuoco.
Gustare calde o fredde a piacere!

sabato 20 aprile 2013

Torta al pistacchio di Bronte farcita al pistacchio di Bronte

Dopo più di quattro mesi di pigrizia culinaria mi sono rimessa ai fornelli per la sfida promossa da Tiziana del blog Pecorella di Marzapane e dalla rivista Scelte di Gusto.
Il contest era articolato in sfide mensili aperte a tutti e in una manche finale riservata ai vincitori delle sfide mensili. Sono stata ammessa all'ultimo round avendo vinto la sfida di Novembre... non potevo tirarmi indietro a questo punto!!!
E così, noncurante della prova costume ormai vicina, mi sono cimentata nella preparazione di una torta che non solo è al pistacchio (non contiamo le calorie della frutta secca... ), è farcita con una crema al pistacchio (qui, quantomeno,  ho risparmiato nelle uova), ed è ricoperta con una ganache al cioccolato bianco!!!
In compenso è una delizia di una bontà straordinaria!



Come si presenta l'interno



A decorazione ultimata






Ingredienti per la torta
200 g di pistacchi di Bronte tritati
200 g di farina 00
200 g di zucchero semolato
50 g di burro fuso freddo
6 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino di essenza di vaniglia


Ingredienti per la crema al pistacchio di Bronte
500 ml di latte fresco intero
200 g di panna fresca
100 g di zucchero semolato
100 g di pasta pura di pistacchio di Bronte
50 g di amido di mais
1 cucchiaino di essenza di vaniglia


Ingredienti per la bagna
300 ml di acqua 
100 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di essenza di vaniglia


Ingredienti per la ganache al cioccolato bianco
250 ml di panna fresca
100 g di cioccolato bianco


per decorare
pistacchi di Bronte


Si comincia con la torta:
Montare a spuma le uova con lo zucchero, aggiungere il burro fuso freddo e amalgamare. Aggiungere alternandole cucchiaiate di pistacchi e farina setacciata, l'essenza di vaniglia e per ultimo il lievito. Versare in una tortiera ben imburrata e infornare, in forno già caldo, a 180° per 30'.

Passiamo alla crema:
Versare in un pentolino lo zucchero e l'amido, stemperare il latte portare a ebollizione e far addensare. Quando la crema sarà fredda amalgamare l'essenza di vaniglia, la pasta di pistacchio di Bronte e la panna montata.

Per la bagna: portare a ebollizione l'acqua con lo zucchero, lasciare bollire qualche minuto poi far raffreddare e unire l'essenza di vaniglia.

La ganache:
Portare quasi a bollore la panna, unire il cioccolato spezzettato e lasciare raffreddare. Montare con le fruste.

Componiamo la torta: tagliarla a metà, ovviamente quando sarà fredda. Bagnare le due superfici interne dei dischi ottenuti. Versare la crema su un disco e ricoprire con l'altro. Ricoprire con la ganache e decorare a piacere con pistacchi di Bronte interi.

Con questa torta partecipo alla manche finale della sfida promossa da Tiziana del blog Pecorella di Marzapane e dal giornale e cultura enogastronomica Scelte di gusto.