domenica 20 luglio 2014

Chiffon cake

Semplice, deliziosa, particolare... sono le caratteristiche di questa torta che vi garantirà il successo tra i vostri commensali! E questi i connotati della torta che cercava una mia amica, nonché omonima, per festeggiare nei prossimi giorni il compleanno del suo pargoletto!
Un'altra particolarità della torta in questione è la forma, o meglio l'altezza che raggiunge almeno i 13 cm. La perfezione si ottiene utilizzando l'apposito stampo, però non avendolo ancora in mio possesso mi sono arrangiata "allungando" un normale  stampo a ciambella che avevo a casa: ho ritagliato del cartoncino creando due cilindri (senza basi), uno che facesse da circonferenza della teglia e l'altro per "allungare" il foro centrale del mio stampo. Ho foderato tutto con carta forno e tenuto fermo con dello spago da cucina.
Il risultato è stato pienamente soddisfacente!!!


Ingredienti
6 uova e 1 albume
300 g di zucchero
285 g di farina 00
195 g di acqua
120 g di olio di semi
1 bustina (8 g) di cremor tartaro
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
scorza di 1 limone
zucchero al velo

Montare gli albumi con il cremor tartaro a neve fermissima, mettere da parte in frigorifero.
In una ciotola mescolare gli ingredienti secchi, poi al centro versare quelli liquidi e lavorare con una frusta fino ad ottenere un impasto omogeneo, gonfio e ben lavorato.
Incorporare delicatamente gli albumi a neve, mescolando dall'alto verso il basso con una spatola cercando di non smontare il composto.
Versare nella teglia, NON imburrata NE' infarinata. Cuocere in forno già caldo a 160° per 50', poi aumentare la temperatura a 175° e continuare la cottura per altri 10'.
Sfornare e fare raffreddare la torta capovolta appoggiando la teglia sul collo di una bottiglia.
Quando la torta sarà completamente fredda staccarla dalla teglia con l'aiuto di un coltello, sistemarla su un piatto da portata e spolverarla con abbondante zucchero al velo.



lunedì 16 giugno 2014

Granita al pistacchio di Bronte

Mi sono scapicollata per farvi arrivare in tempo questa preziosa ricetta. Così, anche voi potrete iniziare in maniera perfetta questa settimana di Giugno... Beh, oggi iniziate con il profumo che emaneranno gli ingredienti sul fuoco, domani vi gusterete il tutto.

Io ho assaporato la mia granita al pistacchio con quella al cioccolato con la quale si sposa divinamente!



Ingredienti

50 g di pasta di pistacchi di Bronte oppure 70 g di pistacchi di Bronte al naturale tritati finissimi
200 g di  zucchero
500 ml di acqua

Mettete sul fuoco un un pentolino con l'acqua e lo zucchero, quando lo zucchero si sarà sciolto unite la pasta di pistacchi oppure i pistacchi tritati e amalgamate bene. Lasciate raffreddare e versate in un contenitore basso e largo. Una volta che si sarà congelato bene, tagliate a quadretti e tritate al mixer.
Con il Bimby
tritate 2' vel.turbo, spatolando. otterrete una granita cremosissima.

La pasta di pistacchi si ottiene raffinando (cioè tritando finissimamente fino ad ottenere la spremitura del gheriglio e quindi la fuoriuscita dell'olio) i pistacchi che, a tal fine,  subiscono una ulteriore asciugatura rispetto a quella che consente di ottenere il prodotto al naturale. Ecco perché in caso di utilizzo di pistacchi al naturale è necessario aumentare il loro quantitativo rispetto a quanto previsto per la pasta.
C'è da dire anche che la granita con i pistacchi al naturale ha un sapore più gentile rispetto l'altra che risente della tostatura. Ma a questo riguardo vi conviene provare le due varianti per stabilire quale sia quella che gradite di più!

domenica 15 giugno 2014

Focaccia con peperoni e basilico

Complice il fresco di queste sere di Giugno e quindi non temendo il calore di un forno acceso, mi sono messa ad impastare. Sono, però, andata alla ricerca di qualcosa di sfizioso e, sfogliando una rivista, ho trovato proprio a proposito questa gustosissima ricetta.
Ho commesso l'errore di aggiungere altro latte oltre i 250 ml prescritti, quando poi ho aggiunto i peperoni  l'impasto è diventato troppo liquido. Non ho potuto formare le treccine proposte, ma ho ottenuto un ottima focaccia.



Ingredienti
300 g di farina 0
200 g di farina Manitoba
250 ml di latte
12 g di lievito di birra fresco
2 peperoni arrostiti
5 g di basilico fresco tritato
20 g di zucchero (1 cucchiaio)
10 g di sale
Pepe
Olio evo

Per preparare questa focaccia bisogna prima occuparsi dei peperoni che devono essere cotti, spellati e tagliati a cubetti.
Poi ci si può dedicare all'impasto vero e proprio. Miscelare le farine, fare la fontana, mettere al centro, il latte, il lievito, lo zucchero, il basilico, pepe e sale: lavorare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciare lievitare.
A lievitazione avvenuta amalgamare all'impasto i peperoni, stendere su una teglia e lasciare lievitare nuovamente fino al raddoppio. Spennellare con olio e subito in forno caldo 15' a 200° ventilato.

sabato 14 giugno 2014

Cornetti con sfogliatura veloce

Questa ricetta è per assecondare Marina che, quando ha assaggiato i cornetti in questione, ne è rimasta affascinata. In effetti, non so se si possano definire "cornetti" perché il burro è presente in ridottissima quantità e risultano molto più leggeri di quelli del bar carichi di margarina o, comunque, grassi poco salutari. A mio parere, sono un buon compromesso per una colazione ricca di gusto e, tutto sommato, poco pesante. Oltre tutto l'impasto, dopo la spennellatura dei dischi, mantiene la forma modellata lasciando in evidenza la pseudo-sfogliatura.
Buona colazione... anche se ormai è l'ora del brunch!!!



Ingredienti
350 g di farina Manitoba
180 g di farina 00
130 g di latte
100 g di zucchero
100 g di olio di semi
40/50 g di burro fuso
2 uova
12,5 g di lievito di birra (1/2 panetto)
aroma arancia 
zucchero a velo
granella di zucchero


Versare nel boccale il latte, il lievito e lo zucchero: 2', 37° vel. 2. Aggiungere le farine, le uova, l'olio e l'aroma arancia: lavorare 3' vel. spiga. Prendere l'impasto, formare 8 palline e metterle a lievitare in una teglia per 2/3 ore.  A questo punto, stendere ogni pallina in forma circolare e sovrapporre gli 8 dischi così ottenuti, spennellandoli fra loro con il burro fuso. Tagliare i dischi impilati in 16 spicchi. Arrotolarli partendo dalla base facendo in modo che la punta del triangolo finisca sotto al rotolino. Lasciare lievitare altre 2h oppure lasciarli in frigo per tutta la notte tirandoli fuori 1 o 2 ore prima di infornarli. Spennellare con il latte e cospargerli con la granella di zucchero, infornare a 180° per circa 20' . Dopo averli sfornati spolverizzarli di zucchero a velo. Servire con un bel cappuccino, anche  se  con il caldo, a me piace gustarli con una crema fredda al caffè! 



Marina, se hai apprezzato, commenta qui sotto!

venerdì 13 giugno 2014

Polpette di ricotta e zucchine

Dopo aver scovato qui questa ricetta di cui mi sono innamorata, una volta a settimana i miei familiari si gustano una cena leggera, gustosa e profumatissima. Il segreto di queste polpette è la scorza di limone che dona un pizzicore e una freschezza che ho apprezzato, già dal primo morso, come un'autentica sorpresa!!!






Ingredienti

500 g di zucchine
250 g di ricotta fresca
olio
sale e pepe
una grattatina di scorza di limone
prezzemolo
1 uovo 
50 g di pangrattato
60 g di parmigiano grattugiato


Tagliare le zucchine dadini e farle ammorbidire cuocendole, a fuoco dolce, con un filo di olio evo. Basteranno 10 minuti.
In una ciotola mettere il resto degli ingredienti: la ricotta, l'uovo, il parmigiano, il prezzemolo, il pangrattato (assorbirà l'umidità delle zucchine), una grattugiatina di scorza di limone e amalgamare. Per ultime aggiungere le zucchine intiepidite e amalgamare.
Con l'aiuto di un cucchiaio prelevare piccole quantità di composto e sistemarle su una teglia coperta con carta forno. infornare in forno già caldo a 180° per circa 15/20'.

giovedì 12 giugno 2014

Granita al cioccolato

Dopo la brioche non potevo non condividere con i miei appassionati lettori (sarà vero?!?) la granita più golosa che ci sia, ovvero quella al cioccolato.
Leggere gli ingredienti sarà uno shock per la loro estrema semplicità. Ma preparatevi al risultato: è semplicemente eccezionale. Se volete rovinarvi quel momento di estasi mentre assaporate una fresca coppa di piacere al cioccolato fatevi dare un pizzicotto... ché non si tratta di una allucinazione delle papille gustative!




Ingredienti
40 g di cacao amaro
150 g di zucchero
500 ml di acqua

Versare nel boccale 250 ml di acqua e lo zucchero:4' 50° vel.2. Aggiungere il cacao e l'acqua rimasta: 2' 50° vel.2. Lasciare raffreddare, versare il liquido in un contenitore basso e largo e lasciare congelare.
Spezzettare il composto nel boccale: 1'30'' fino a velocità turbo spatolando.




mercoledì 11 giugno 2014

Brioche col tuppo

Oggi, per festeggiare il primo giorno delle tanto attese ed agognate vacanze estive, ci siamo concessi una colazione speciale con granita e relativa brioche siciliana!
Spero che tutti abbiate del tempo in più da dedicare a questa preparazione: la giornata comincerà con una carica davvero super!!!



Ingredienti
300 g di farina 00
200 g di farina Manitoba
180/200 ml di latte tiepido
100 g di zucchero
90 g di burro a temperatura ambiente
2 uova (1 per l'impasto e 1 per spennellare)
12,5 g di lievito di birra fresco (1/2 panetto)
scorza di 1 arancia grattugiata oppure 1 filetta di aroma arancia

Fare la fontana con i due tipi di farina, versare al centro 1 uovo, lo zucchero, il lievito sciolto nel latte, il burro e la scorza di arancia. Lavorare fino ad ottenere un impasto morbido, occorreranno circa 10'. Lasciare lievitare.

Con il Bimby
è ancora più semplice. Versare nel boccale il latte e lo zucchero e il lievito: 3' vel.1. Aggiungere il resto degli ingredienti, ricordare di lasciare da parte l'uovo per la spennellatura. Impastare 3' vel.spiga. Bisogna ottenere un impasto liscio, quindi se necessario aggiungere latte o prolungare di qualche minuto la lavorazione. A questo punto prelevare l'impasto e lasciarlo lievitare dentro una ciotola coperta con un panno umido.

Quando l'impasto sarà raddoppiato procedere con la formatura dell'impasto. Staccare dei pezzi un po' più grandi per la brioche e altri, in ugual numero, per il tuppo. Io ho ottenuto 8 brioche. Lasciare lievitare per almeno altri 30', ma se potete lasciateli in frigo tutta la notte.
Riscaldate il forno a 200°, spennellate con l'uovo sbattuto, infornate e cuocete per 10/15'.

Da leccarsi le dita!!!