Pagine

giovedì 9 febbraio 2017

Cavolfiore arrostito

Grazie alla cara cugina e comare Roberta, mi son trovata con tre magnifici cavolfiori verdi. Non è facile trovarli all'ortofrutta perché da noi va per la maggiore il delizioso violetto siciliano.
Inutile sottolineare che, tra le ovazioni estasiate dei miei figli, mangiamo quotidianamente cavolfiore da circa cinque giorni... e che c'è di male??? Non è, insieme ai broccoli, l'alimento toccasana invernale? E poi non è che lo cucini sempre allo stesso modo; anche io odio la monotonia!
In particolare questa preparazione è davvero deliziosa e non potevo fare a meno di metterla in evidenza! Io l'ho trovata qui!



Ingredienti
1 cavolfiore
olio evo
1 limone, il succo
prezzemolo tritato
curry
sale 

Pulire il cavolfiore e tagliarlo a fette spesse circa 1,5 cm, il cavolfiore verde si presta in modo particolare ad essere tagliato a fette in quanto l'infiorescenza è molto compatta. Se si utilizzano altre varietà di cavolfiore, dividerlo semplicemente in cimette.
Disporre le fette su una teglia coperta con carta forno e condire con metà dell'olio, il sale ed il curry. 
Cuocere in forno preriscaldato a 220° per 15' la parte inferiore dovrà risultare dorata.
Girare le fette, condirle dall'altra parte con il resto dell'olio, il sale e il curry e cuocere per altri 10' o 15', dovranno risultare morbide.
Sfornare, condire con il prezzemolo e il succo del limone e gustare!

mercoledì 8 febbraio 2017

Piadine sfogliate

Vado matta per le piadine, quest'estate in Romagna ho anche assaggiato l'originale: deliziosa! A casa, anche se sprovvista di testo, ho voluto impastarla con le mie mani! Che ve ne pare?


Ingredienti per 4 piadine grandi
500 g di farina 00
250 g di acqua
50 g di strutto (oppure olio evo)
1 cucchiaino di sale

Sabbiare la farina mescolandola con lo strutto freddo di frigo: stringere l'impasto tra le mani e poi sfregarle sbriciolandolo, il risultato deve essere un composto granuloso simile alla sabbia bagnata. Unire il sale e l'acqua necessaria per avere un impasto sodo.
Dividere l'impasto in 4 parti, stendere ogni pezzo in una sfoglia il più sottile possibile, velare la sfoglia con uno strato di strutto, arrotolare a cilindro e poi a chiocciolina. Lasciare riposare per un'ora circa, dopodiché stendere con il matterello e cuocere su una padella ben calda 2' per lato.
Farcire a piacere!


stasera
farcita con
scamorza bianca
spinaci
uova strapazzate 

martedì 7 febbraio 2017

Pane al vapore

La particolarità di questo pane è l'assenza di crosta! Nella mia famiglia non avrebbe mai avuto motivo di essere proposto, se non fosse stato per una esigenza particolare... quella di non poter masticare cibi che non fossero morbidissimi! Per la prima volta abbiamo, infatti, provato questo pane quando mia figlia ha messo l'apparecchio ortodontico; è stata un'ottima soluzione perché estremamente soffice ma, soprattutto, gustoso. Lo abbiamo preferito di gran lunga rispetto ai pani confezionati, e quando non mi va di accendere il forno metto su la vaporiera!


Ingredienti
250 g di farina
150 g di acqua
8 g di lievito di birra (1/4 di un cubetto)
1 cucchiaino di sale

Sciogliere il lievito nell'acqua e aggiungerla pian piano alla farina disposta a fontana. Amalgamare il sale, impastare fino ad ottenere una pasta omogenea. Formare una palla e lasciare lievitare dentro a una ciotola unta con olio evo, coprire con la pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio, per circa un paio d'ore.
Posizionare la pagnotta dentro la vaporiera e far cuocere per 45'.

domenica 5 febbraio 2017

Pane arabo

Se non c'è pane a casa che problema c'è? A me la voglia di impastare non manca! Questo pane, poi, è morbido morbido e delizioso; all'interno si crea una tasca da farcire come meglio si crede!





Ingredienti
400 g di farina W320
200 g di farina 0
300 g di acqua tiepida
10 g di zucchero
10 g di sale
10 g di olio evo
1/2 panetto di lievito
semola per lo spolvero

Sciogliere il lievito e lo zucchero in un po' d'acqua presa dal totale.
Con le farine fare la fontana, al centro versare il lievito sciolto, impastare aggiungendo via via l'acqua necessaria. Incorporare il sale per ultimo. Lavorare l'impasto finchè diventa omogeneo. Formare una palla, spennellarla con l'olio e mettere a lievitare in una ciotola coperta con la pellicola per alimenti per un paio d'ore. 
Dividere l'impasto in 6 parti e con il matterello stendere delle sfoglie sottili, spolverizzare sopra e sotto con la semola. Disporre i dischi su 2 teglie, coprire con la pellicola e rimettere in lievitazione per un'altra ora.
Cuocere in forno caldo a 200° per 10', deve dorare leggermente.



mercoledì 1 febbraio 2017

Torta farcita al limone

La prima torta dell'anno è per il mio papà


Ingredienti

per il Pan di Spagna al limone, diametro teglia 24cm
5 uova: 300 g
300 g di zucchero
200 g di farina
100 g di fecola di patate
1 limone, succo filtrato e scorza grattugiata

per la crema al limone
750 g di latte
250 g di panna fresca
240 di zucchero
100 g di amido
4 uova
2 limoni, succo filtrato e scorza grattugiata

per la bagna al limone
160 g di acqua
80 g di zucchero
1 limone, il succo filtrato

per la decorazione
1 limone a fettine
panna montata

Pan di Spagna
In una ciotola mettere le uova intere, lo zucchero e il succo di limone: montare per 20'. Aggiungere  pian piano le farine setacciate e la scorza di limone. Incorporare bene, versare l'impasto nella teglia imburrata e infarinata e infornare a 160° per 40'.

Crema al limone
In una casseruola versare il latte, la panna, il succo di limone e metà dello zucchero. Portare a ebollizione. In un altro recipiente lavorare l'altra metà dello zucchero con le uova e la scorza dei limoni grattugiata e poi aggiungere l'amido. Unire questo pastello al latte e cuocere mescolando continuamente.
Oppure tutti gli ingredienti nel Bimby: 14' 90° vel.4

Bagna al limone
In un pentolino versare acqua e zucchero, porre sul fuoco, lasciare sciogliere lo zucchero e ridurre per un paio di minuti. Far raffreddare e aggiungere il succo di limone.

Comporre la torta
Tagliare la torta ottenendo quattro dischi. Disporre il primo sul piatto di portata, spennellare con la bagna e coprire con 1/3 circa di crema. Ripetere l'operazione con altri due dischi. Coprire di crema anche il bordo della torta. Sbriciolare l'ultimo disco e coprire la torta lasciando un cerchio al centro, utilizzare a questo scopo un piattino di plastica.
Decorare con fettine di limone e panna montata.





martedì 10 gennaio 2017

Panelle

In tutta Italia esistono preparazioni simili ma è mio dovere precisare che la spruzzata di limone - esclusivamente siciliana!!! - è superlativa; non c'è modo più sfizioso di gustare i ceci... anche l'irriducibile denigratore di vegetali, mio figlio, è d'accordo anche se per lui questa ricetta rimane sì la migliore ma appena sufficientemente appetitosa. Ovviamente non mi lascerò stordire dalle sue inconsistenti argomentazioni e continuerò a propinargli legumi in mille modi!!!😎😎 


Ingredienti
750 g di acqua
250 di farina di ceci
prezzemolo tritato
sale e pepe
succo di limone per servire

Metodo tradizionale
Porre sul fuoco acqua e farina, mescolare eliminando tutti i grumi. Portare a cottura mescolando sempre. L'impasto si addenserà e si staccherà dalle pareti della pentola. Verificare la cottura con la prova piattino: stendere un cucchiaino di impasto su un piatto freddo, attendere un minuto e provare a staccarlo; se rimane integrai è pronto, se si sbriciola continuare la cottura. Alla fine aggiungere il prezzemolo e regolare di sale e pepe.

Con il Bimby
nel boccale versare l'acqua, la farina di ceci, il sale e il pepe: 20' 80° vel. 4/5, 30'' prima del termine aggiungere il prezzemolo.

In ogni caso, al termine della cottura,
versare il composto in uno stampo da plumcake e lasciare raffreddare. Quanto il composto sarà freddo e compatto, tagliare a fette e friggere. Se necessario salare in superficie e spruzzare con succo di limone

giovedì 22 dicembre 2016

Gelo al mandarino

Come concludere una cena o un pranzo luculliano? Secondo me un gelo al mandarino è un'ottima soluzione: fresco, frizzante, invitantissimo con il suo profumo inebriante ed l'aspetto divertentissimo!!! La ricetta poi, dello chef licatese Cuttaia, è una certezza!
Buona preparazione a tutti!!!


Ingredienti
1 l di succo di mandarino filtrato
300 g di zucchero
16 g di colla di pesce in fogli
per guarnire
buccia di limone grattugiata
granella di pistacchi di Bronte

Mettere a bagno in acqua fredda la colla di pesce fino a che diventa morbida. Versare il succo di mandarino in una casseruola, unire lo zucchero e la colla di pesce strizzata e portare il liquido a una temperatura non superiore a 60°. Mescolare continuamente fino a quando la colla di pesce è completamente fusa e ben distribuita.
Versare il liquido in uno stampo da budino e riporlo in frigo per mezza giornata o una notte intera.
Al momento di servire, cospargere la superficie dl budino la buccia grattugiata del limone e la granella di pistacchi di Bronte quindi capovolgere su un piatto da portata.


E' la prima ricetta de "Per le scale di Sicilia" che ho riprodotto, esaudendo finalmente (...) la speranza dello Chef che ha firmato la mia copia 😊😊😊